BEAUTY: TRE SISTEMI PER UNA DEPILAZIONE NATURALE ED ECOLOGICA!

Se in inverno è possibile trascurare la depilazione, in estate non si può più rimandare l’eliminazione dei peli superflui poiché ci si veste più leggeri, scoprendo maggiormente il proprio corpo. Il discorso riguarda non solo le donne ma anche gli uomini, che si trovano ad avere a che fare con creme depilatorie, ceretta e rasoio; esistono, però, anche altRi metodi per rimuovere i peli superflui e sono totalmente naturali, indicati perché a parità di efficacia risultano più delicati sulla pelle.

Dall’Oriente arriva la ceretta sokkar, ovvero una pasta fatta con lo zucchero e semplice da realizzare in casa. Gli ingredienti che servono sono due tazze di zucchero semolato o di canna, mezza tazza d’acqua e il succo di un limone, da mettere a cuocere all’interno di un pentolino mescolando per dieci minuti, fin quando lo zucchero non si sarà caramellato. Ultimata la cottura, l’insieme va messo a bagnomaria per fare in modo che si raffreddi e diventi più denso.

 

La pasta che si ottiene dev’essere utilizzata tiepida sulla pelle e bisogna prendere una piccola porzione da lavorare con le mani fino a trasformarla in una pallina da spalmare sulle parti da depilare; dopo averla spalmata, non resta che strappare per eliminare i peli.

Ceretta Sokkar

Con ingredienti simili alla ceretta sokkar, un’alternativa è la pasta di zucchero che si ottiene miscelando un bicchiere di zucchero e uno di acqua, facendo rapprendere il tutto a fuoco lento.

Per lo strappo ci si può aiutare con delle strisce di tela ricavate magari da vecchie federe o lenzuola e poi si agisce come con la ceretta tradizionale.

Un terzo rimedio è l’EpilEnd, basato su una particolare resina naturale chiamata EpilResin. Con questo sistema il pelo non viene strappato bensì sfilato con delicatezza alla radice, riducendo così il rischio di irritazioni.

All’EpilResin sono aggiunti oli essenziali e burro di karitè con funzione lenitiva e antinfiammatoria e delle cere naturali che servono a ritardare la crescita del pelo. Dopo aver applicato la resina naturale sulla pelle, la si può rimuovere con facilità e senza utilizzare strisce come avviene invece nella normale ceretta e, come detto, il pelo verrà sfilato e non strappato.

ceretta epilresin

Sulla cute, poi, non rimarranno residui appiccicosi e soprattutto non si corre il rischio di rimanere scottati; per questo la resina può essere utilizzata anche nelle zone maggiormente delicate. Evitando di strappare il pelo, non si avranno poi problemi quali eritemi, irritazioni, microtraumi e rottura di capillari e inoltre lo sfoltimento sarà progressivo e porterà alla definitiva eliminazione dei peli superflui.

Davide Gallo