SPECIALE #SANREMO: LA TERZA SERATA – I VIDEO

Instancabile e frenetiche come tante formiche operaie, eccoci di nuovo qui per raccontarvi la terza serata di un Sanremo che forse più degli altri anni mette d’accordo tutti e appassiona anche chi, Sanremo, non l’avrebbe mai guardato in vita sua.

La Littizzetto ad un certo punto ha esclamato “Questa è l’ultima volta che stiamo su questo palco, non ce lo faranno rifare mai Sanremo”.

Noi non siamo d’accordo. Forse il Festival delle Idee stavolta l’hanno realizzato davvero.

Dopo l’omaggio a Verdi della prima serata e quello a Modugno della seconda, la terza serata si apre con una scena tratta da un film e un duetto sulle note di “Vattene Amore” che vede protagonisti i due conduttori, Fabio Fazio e Luciana Littizzetto. Come avrete capito, San Valentino l’ha fatta da padrone.

Cominciano le esibizioni dei Big e tra abiti sfarzosi e canzoni ormai “conosciute” il festival prosegue senza troppi inghippi. A segnare un altro punto cruciale è l’ospite Roberto Baggio, amato da grandi, piccini, uomini e donne. Uno dei pochi personaggi del mondo calcistico che è rimasto nel cuore di tutti non solo per i goal segnati ma per la percezione di “bella persona” molti hanno di lui. Occhi trasparenti come il mare, sorriso sincero, e un modo di fare rilassante che fa venir voglia di starlo a sentire per ore.

Ha parlato di passione, di amore, in tutto quello che si fa. Di impegno e di grande forza nell’affrontare le cose, dei sacrifici che ha dovuto affrontare per arrivare a raggiungere gli obiettivi desiderati. E così scrive e legge una lettera dedicata a tutti i giovani, soprattutto in questo momento di crisi, per spronarli a dare sempre il massimo e cercare di riprendersi il futuro.

Questa terza serata è comunque molto ricca di momenti emozionanti e forse uno di quelli che resteranno per molto molto tempo, è il monologo di Luciana Littizzetto, che comincia come una dichiarazione d’amore ironica e dissacrante ma piano piano si trasforma e diventa un vero e proprio appello a tutte quelle donne che scambiano per amore tutto quello che invece è violenza, da quella psicologica a quella fisica. Poi balla per ricordare il flashmob mondiale che si è svolto oggi, per ricordare la giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Noi davvero vi consigliamo di non perdervelo.

La serata continua e i momenti salienti pure. Sanremo porta in Italia per la prima volta Anthony and the Johnson e il pubblico, soprattutto quello più “educato” alla musica e all’arte è in estasi. Il momento più toccante è sicuramente quello in cui il cantante parla di sua sorella e le dedica appunto “You are my sister”. Non essendoci ancora il video della serata di Sanremo, vi lasciamo comunque con la canzone che ha commosso molti telespettatori.

Terminate le esibizioni dei Big, si esibisce una giovanissima e italianissima Leonora Armellini,  in un brano di musica classica al pianoforte “Chopin Studio opera 10 N° 3”.

Ed è proprio lei a fare da apripista alla categoria dei Giovani.
Come per la scorsa puntata, ne passeranno solo 2 su 4.
Noi abbiamo deciso di dedicare un articolo totale ai Giovani così da dedicarci a pieno ai finalisti.

Per palati un po’ meno fini e per chi, quando c’è Sanremo, non vuole rinunciare ad un revival ecco salire sul palco Al Bano in tutto il suo splendore. E tra un “Nostalgia Canaglia” e “Felicità” , si porta a casa anche un premio consegnato direttamente da un nuovo modello di Barbie: Barbie-Chiatti.

La serata si conclude con la classifica provvisoria, che inciderà per un 25% sul risultato finale. Vi daremo solo il podio ma vogliamo sapere chi avreste votato! Potete lasciare un commento alla nostra pagina ufficiale di Facebook o su Twitter!

– 1° Posto per Marco Mengoni con la canzone “L’Essenziale”
– 2° Posto per i Modà con “Se si potesse non morire”
– 3° Posto per Annalisa con la canzone “Scintille”

Giuliana Piazzese